Voucher per la digitalizzazione: ottima occasione per migliorare il tuo impianto WISP.

Il voucher per la digitalizzazione è un’occasione che non puoi perdere per migliorare la tua azienda, per dare una marcia in più alla tua realtà. Ci sono passaggi che non possono essere ignorati quando hai in mano le redini di una realtà aziendale, e l’innovazione digitale è tra questi.

La digitalizzazione di un’azienda deve essere gestita e curata nei minimi dettagli, e soprattutto devi trovare le soluzioni migliori per implementare gli snodi essenziali. Ad esempio? Puoi inserire in questo processo il miglioramento del tuo impianto WISP. In che modo?

Voucher digitalizzazione WISP

Voucher digitalizzazione WISP

Vediamolo Insieme.

Cos’è il voucher per la digitalizzazione?

Il voucher per la digitalizzazione delle PMI è un contributo proposto dal Ministero dello Sviluppo Economico e dedicato alle micro, piccole e medie imprese. Obiettivo? Implementare la digitalizzazione delle realtà aziendali con determinati requisiti con un contributo di massimo 10.000 euro.

In particolar modo il voucher per la digitalizzazione è un finanziamento per acquistare hardware, software e/o servizi specialistici che hanno come obiettivo l’ammodernamento tecnologico attraverso la digitalizzazione dell’azienda. Qualche dettaglio in più per definire i margini di questa iniziativa?

Usare il voucher: termini e procedure

L’azienda che vuole usare il voucher per implementare l’attività digitale deve tener presente questi punti: il finanziamento può essere massimo di 10.000 euro e può coprire il 50% delle spese. Inoltre ogni azienda può usufruire di un unico voucher (non è cumulabile).

Come fare domanda per ottenere il voucher della digitalizzazione? Le richieste devono essere inviate con la procedura del Ministero dello Sviluppo Economico, solo in questo modo. Ci sono delle date utili per presentare i documenti? Puoi iniziare dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018.

Questo termine vale fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Ma non solo, la procedura sarà disponibile dal 15 gennaio 2018 così puoi compilare in anticipo il modulo.

Cosa comprende questo voucher?

Ecco, questo è il punto più interessante per comprendere il voucher per la digitalizzazione: cosa è incluso in quest’iniziativa così interessante per le aziende che vogliono fare un passo avanti? Per rispondere basta dare uno sguardo al sito www.sviluppoeconomico.gov.it:

migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l’organizzazione del lavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della connettività a banda larga e ultralarga, realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Da queste dichiarazioni appare chiaro un punto: il voucher per la digitalizzazione è un’occasione da cogliere al volo anche per chi vuole investire. Soprattutto, ma non solo, quando si parla di sviluppare soluzioni per wireless internet service provider.

Cosa devo avere per presentare la domanda?

Il progetto di digitalizzazione deve essere ultimato entro sei mesi dalla pubblicazione sul sito istituzionale del ministero. Inoltre, quali sono i punti essenziali per poter partecipare?

  • Una PEC attiva registrata nel Registro delle imprese.
  • Il numero del conto corrente dell’impresa.
  • La Carta Nazionale dei servizi (CNS)

Quest’ultimo punto riguarda un dispositivo (una Smart Card o una chiavetta USB) che contiene un certificato digitale di autenticazione personale. Sei pronto per mandare la domanda?

Da leggere: Diventare un Wisp e offrire connettività ai Tuoi clienti.

 

Ci sono diverse soluzioni che puoi usare nell’ambito del voucher per la digitalizzazione. Vuoi migliorare l’efficienza aziendale? Allora, vuoi maggiori informazioni?

Mandaci una mail a info @ wisp.store o chiamaci al 089.84.27.588.

 

 

Diventare un Wisp e offrire connettività ai Tuoi clienti.

In questo articolo troverai alcuni passaggi su come intraprendere l’attività di WISP  (Wireless Internet Service Provider) e offrire connettività ai Tuoi clienti.

Wisp Store è quella che fà per Te! Un unico fornitore di servizi e prodotti, una consulenza gratuita fornita da persone serie e certificate sia nell’impiantistica che nella gestione del software. Ti verranno indicate tutte le migliori e collaudate soluzioni del mercato.
I passi da compiere per diventare Wisp ed offrire connettività sono diversi.

wisp

Intanto la migliore scelta dei materiali da utilizzare.
Il loro corretto montaggio e la loro configurazione è un passo fondamentale nella realizzazione di un impianto.
Molti realizzano la loro rete tutta in bridge mode, configurazione semplice ma che in breve tempo mostra tutti i suoi limiti di funzionamento.

Come va implementato un perfetto Wisp?

Vanno predilette reti “Routate” con instradamenti precisi, e rotte statiche o dinamicamente determinate.
Vanno richieste tutte le autorizzazioni a livello ministeriale (MISE) e quelle al registro degli operatori di comunicazione (ROC).
Questo è un altro passo importante e spesso sottovalutato. Attenzione potete incorrere a pesanti sanzioni. Inoltre vanno verificati a livello comunale i vari regolamenti e scelte le migliori strategie di installazione della ferramenta e delle opere elettriche per il tuo Wisp.
Configurazioni dei vari apparati, il PPoE e il Radius.
La normativa per gli iscritti al registro delle “comunicazioni elettroniche”  per i Wisp impone determinate configurazioni per non incappare in pesanti sanzioni amministrative (a partire da 10000 euro).

Il radius è un componente essenziale del Tuo nuovo impianto ed è obbligatorio. Molti lo
confondono con i sistemi di Billing o SysLog, ma da essi è completamente differente.
Inoltre i SysLog o log di navigazione, sono cose completamente diverse, in molti casi i log di navigazione sono una palese e grave violazione della privacy. Sei obbligato a mantenere i log di connessione sul Tuo impianto Wisp, avendo orari sincronizzati e il tracciamento delle connessioni fra NAS e PPoE.
Inoltre devi avere una procedura di estrazione per IP e Data dei Tuoi log per fornirli all’autorità giudiziaria in caso di richiesta. In caso di dubbi contatta un nostro consulente che ti dirà tutto sul Wisp.
La configurazione di un impianto Wisp dovrebbe essere di tipo routato e non basata su un tecniche di Bridge che aumentano i disturbi di broadcast.
Inoltre le Radio devono seguire gli strettissimi requisiti imposti da ministero in merito all’utilizzo delle Frequenze.
Ultimo, ma non ultimo il collaudo utente, che deve garantire le prestazioni del Tuo impianto WISP.

Questi passi sono fondamentali :

  1. Sopralluogo e Studio di fattibilità
  2. Assistenza per l’ottenimento della licenza Ministeriale obbligatoria e
  3. tecnica per la costruzione del Tuo impianto di distribuzione
  4. Installazione configurazione e collaudo dell’ impianto Wireless

FORMAZIONE e ASSISTENZA by WISP STORE

  • Campionatura dei client da utilizzare e loro utilizzo nelle varie
    situazioni territoriali irradiate dalle tue antenne
  • File di configurazione per automatizzare tutte le operazioni.
  • Tecniche di Monitoring sul Tuo nuovo Impianto
  • Creare/Associare/Cambiare un utente
  • Creare/Associare/Cambiare un profilo di navigazione
  • Associare un indirizzo IP statico
  • Avere accesso ai Log di Connessione, in particolare quantità di
  • Upload/Download con varie forme di aggregazione.

 

  • Per informazioni, quotazioni e per capirne di più ti invitiamo a contattare i nostri uffici chiamando allo 089.84.27.588.

Offiriamo servizi a chi è già WISP e/o lo vuole diventare.

Ci avvialiamo di decennale esperienza nel settore e dei migliori consulenti Certificati Ubiquiti Networks e Mikrotik.

Ti ricordiamo inoltre che il nostro assortimento Ubiquiti , Mikrotik , Antifurti e tanto altro è visionabile sul nostro sito https://wisp.store/ (accedi con le tue credenziali per vedere i prezzi a te riservati)

Rispondiamo immediatamente con preventivi personalizzati e tempi certi e con Bonifico bancario anticipato avrai diritto ad uno sconto del 3%!
I prodotti che vedi in pronta consegna verranno subito preparati e spediti con spedizione immediata con vettore BRT,SDA o DHL 24 ore! e se ordini entro le 15 il tuo ordine parte in giornata!

MANDACI UNA MAIL A INFO@WISP.STORE O CHIAMACI ALLO 089.84.27.588!

 wisp

Ubiquiti LiteBeam AC LBE-5AC-16-120 – CPE access point outdoor POE 5GHz 16dBi 120

Ubiquiti LiteBeam M5 LBE-5AC-16-120 – CPE access point outdoor POE 5GHz 16dBi 120°

UBIQUITI LITEBEAM AC LBE-5AC-16-120 - CPE ACCESS POINT OUTDOOR POE 5GHZ 16DBI

Ubiquiti: LBE-5AC-16-120 

LiteBeam 5AC 16-120 LBE-5AC-16-120 è stato progettato per offrire il miglior rapporto qualità-prezzo.

Il dispositivo è ampiamente utilizzato,  può essere usato nelle connessioni punto-punto, creando un ponte wireless; nelle connessioni punto-multipunto  permettendo di costruire rete WISP a basso prezzo.

L’antenna LBE-5AC-16-120 opera nella  banda a 5 GHz ed è caratterizzata da un guadagno di 16 dBi. E’ dotata di una porta gigabit ethernet per raggiungere alte prestazioni.

La trasmissione della LBE-5AC-16-120 può essere fino a 30 km. Il dispositivo è molto facile da installare, durante montaggio su palo non bisogna usare alcuna vite, basta la morsettiera. L’uso di uno snodo sferico consente di impostare l’antenna ad un angolo conveniente.

Caratteristiche principali:

      • lavora nella banda 5 GHz la LBE-5AC-16-120;
      • guadagno 16 dBi;
      • prestazione fino a 30 km;
      • antenna 2×2 MIMO;
      • utilizzo della tecnologia airMAX ac e software airOS per la LBE-5AC-16-120;
      • gigabit porta ethernet;
      • giunto sferico.

Specifiche:

Dimensioni 453,2×75,7×54,5 mm (senza delle staffe)
Peso 420 g (senza delle staffe)
Antivento 200 km/h
Resistenza contro vento 77 N @ 200 km/h
Set per montaggio Per montare su palo (incluso nel set)
Massimo consumo di potenza 7 W
Alimentazione 24 V, 0.5 A gigabit alimentatore PoE (nel set)
Modo di alimentazione PoE passivo
Ammessa temperatura di lavoro Da -40 a 70 st. C
Ammessa umidita dell’aria 5%-95% non condensazione
Urti e vibrazioni ETSI300-019-1,4
ETSI EN 302 326 DN2
ESD/EMD protezione ± 24 kV
I
Processore MIPS 74K
Memoria 64 MB
Interfaccia della rete 10/100/1000 port Ethernet
WiFi FCC, IC, CE
RoHS Si
Frequenza Mondo: 5150 – 5875 MHz

USA: 5725 – 5850 MHz

Potenza della uscita 25 dBm
Guadagno 16 dBi
Massimo VSWR 1,5:1

 

Se sei interessato ad acquistare prodotti Ubiquiti visita www.wisp.store

Per ulteriori informazioni sui prodotti visita www.wispblog.it

[GUIDA] Ubiquiti Networks POWERBEAM ™ – Guida rapida per l’installazione

Guida rapida per installazione di Ubiquiti Networks POWERBEAM ™

Guida rapida per l’installazione della PowerBeam
Questa guida rapida comprende anche i termini di garanzia e deve essere utilizzata con il PowerBeam AC, modello PBE-5AC-300.
TERMINI DI UTILIZZO:
I dispositivi radio Ubiquiti devono essere installati professionalmente. Cavo Ethernet schermato e messa a terra devono essere utilizzate come condizioni di garanzia del prodotto.

TOUGHCable ™ è progettato per installazioni esterne. E ‘responsabilità del cliente di seguire normative nazionali locali, tra cui il funzionamento all’interno di canali di frequenza legali, potenza di uscita e requisiti di Dynamic Frequency Selection (DFS).

Panoramica dell’hardware vista dal basso:

POWERBEAM

Pulsante Reset – Per ripristinare le impostazioni di fabbrica, tenere premuto il tasto Reset per più di 10 secondi mentre il PowerBeam è già acceso. In alternativa, il PowerBeam può essere ripristinato da remoto tramite un pulsante di reset situato nella parte inferiore della scheda Gigabit PoE.

Pulsante di rilascio – Dopo il montaggio del PowerBeam, selezionare il pulsante di rilascio; dovrebbe essere pienamente impegnata nel pulsante di rilascio dello slot della custodia posteriore. Questo assicura che l’alimentazione dell’antenna è bloccata in posizione. Se è necessario rimuovere l’alimentatore dell’antenna. E’ necessario premere prima il pulsante di rilascio.

LEDs:

POWERBEAM

I valori di default sono i seguenti:

  • Il primo LED si illumina di blu quando la potenza del segnale wireless è al di sopra -65 dBm.
  • Il secondo LED si illumina di blu quando la potenza del segnale wireless è al di sopra -73 dBm.
  • Il terzo LED si illumina di blu quando la potenza del segnale wireless è al di sopra -80 dBm.
  • Il quarto LED si illumina di blu quando la potenza del segnale wireless è al di sopra -94 dBm.

Il LED Ethernet (quinto led) si accende in blu fisso quando una connessione Ethernet  è attiva e lampeggia quando c’è attività.

Il LED di alimentazione (sesto led) si accende in blu quando il dispositivo è collegato a una fonte di alimentazione.

Requisiti per l’installazione:

  • chiave da 10 mm
  • Si consiglia di proteggere le reti dagli ambienti più brutali e dagli attacchi devastanti delle scariche elettrostatiche. Ad esempio con cavi ethernet schermati e altri accessori di protezione che puoi trovare sul nostro sito http://wisp.store/96-ubiquiti-networks

INSTALLAZIONE:

 

POWERBEAM-UBIQUITI-NETWORK-GUIDA               POWERBEAM-UBIQUITI-NETWORK-GUIDA

 

POWERBEAM-UBIQUITI-NETWORK-GUIDA

 

 

 

 

Ubiquiti Networks – Come ripristinare il dispositivo con il recupero del firmware TFTP

Come ripristinare il dispositivo con il recupero del firmware TFTP – Ubiquiti Networks

Se hai già provato a reimpostare il dispositivo Ubiquiti ai valori predefiniti di fabbrica con il pulsante di reset e non è possibile accedere all’unità, si consiglia di eseguire un recupero TFTP.

Nota: Il firmware utilizzato deve essere compatibile con il prodotto Ubiquiti e nella maggior parte dei casi deve essere utilizzata l’ultima versione disponibile


Requisiti:

  • Dispositivo Ubiquiti per l’aggiornamento
  • Uno strumento stretto per premere verso il basso pulsante di reset dell’apparato Ubiquiti (come il perno di un auricolare o una graffetta)
  • Un cavo Ethernet per collegare l’apparato Ubiquiti
  • TFTP client in esecuzione sul PC
  • Ultimo file AirOS firmware (scaricabile da http://www.ubnt.com/download)

Nota: questa guida è facilmente applicabile a qualsiasi sistema operativo.


Importante:

Non spegnere, non riavviare e non scollegare il dispositivo dalla rete di alimentazione durante il processo di aggiornamento del firmware, in quanto tali azioni potrebbero danneggiare il dispositivo Ubiquiti!


Procedura di recupero:

Utenti Windows:

  1. Spegnere il dispositivo.
  2. Configurare il computer: Il PC Windows deve essere configurato manualmente con le seguenti impostazioni (in Connessioni di rete):
    Indirizzo IP: 192.168.1.254, Subnet Mask: 255.255.255.0
  3. Collegare la radio al PC.
  4. Premere il pulsante di reset. Mantenere la detenzione, quindi accendere l’unità. Attendere 8 secondi, quindi rilasciare il tasto (se si desidera ripristinare l’unità alle impostazioni di fabbrica, attendere 15 secondi fino a quando i LED di segnalazione si accendono per indicare che il dispositivo è pronto)
  5. Assicurarsi che la radio risponde ai ping (eseguire un 192.168.1.20 da una finestra DOS), se così non fosse, tornare al primo passo.ubiquitiubiquiti
  6. Carica file immagine del firmware .bin a 192.168.1.20, utilizzando un software client TFTP (modalità binario). Su Windows integrare la linea di comando client TFTP o scaricare un programma di utilità di terze parti per caricare il firmware AirOS.

Esempi:  

ubiquiti

Windows 1: Da Windows, è possibile utilizzare riga di comando TFTP da una finestra DOS (START >>> CMD):

Andate nella stessa struttura di directory del firmware e immettere i seguenti (per un aiuto di tipo TFTP -h), per esempio:

tftp -i 192.168.1.20 put XS2.ar2316.v3.4-rc.4351.090504.2146.bin

ubiquiti

L’alternativa Windows 2: Scaricare ed eseguire tftp2 e configurarlo come nell’immagine per l’aggiornamento  –  scaricabile da questo LINK

7. I LED di segnalazione lampeggeranno, una per una, in 4 diversi colori durante l’aggiornamento del firmware. Attendere circa 7-10 minuti (dispositivi e firmware dipendenti)

Da un PC con Linux, è possibile caricare via TFTP digitando nel terminale i seguenti comandi:

root@ubuntu:tftp 192.168.1.20
tftp> bin
tftp> trace
tftp> put XS2.ar2316.v3.4-rc.4351.090504.2146.bin
Sent 1965199 bytes in 35.2 seconds
tftp> exit

Video Tutorial (ENG)

Ubiquiti Litebeam M5 LBE-M5-23 no access point AP mode?

Litebeam M5 LBE-M5-23 un’ottima antenna di Ubiquiti Networks con tecnologia airMAX

LITEBEAM
Perchè non vi è presente la modalità AP access point sulla Litebeam M5?
Purtroppo in fase di progettazione e con i primi Firmware non fu prevista la modalità Access Point AP mode che ne limita sicuramente le capacità di utilizzo.

La soluzione è alquanto semplice!

Segui questi semplici passi:

  1. Basta scaricare l’ultimo firmware a questo Link
  2. Collegate al dispositivo e accedere a Airos.
  3. Passare alla scheda di sistema e andare alla sezione Manutenzione dispositivo.
  4. Fare clic sul pulsante Aggiorna.
  5. Una finestra di dialogo vi chiederà il percorso del file.
  6. Scegliere Sfoglia … per selezionare il file, quindi scegliere Apri.
  7. Una volta che il file è nel campo File firmware, scegliere Carica.
  8. Vedrete un altro schermo per confermare la selezione, scegliere l’aggiornamento.
  9. L’aggiornamento avrà inizio.
  10. Non scollegare la radio UBNT fino a quando l’aggiornamento è terminato.
  11. Una volta che l’aggiornamento è stato completato, si può tornare alla scheda Sistema di Airos.
  12. Nella sezione di manutenzione del dispositivo, si dovrebbe vedere la nuova versione del firmware in fondo alla pagina.

FATTO!

Puoi acquistare un’ottima coppia di antenne Litebeam  questo link CLICCA QUI ad un prezzo strepitoso!

sul nostro sito E-Commerce WISP.STORE puoi trovare tutto quello che ti serve!

 

Configurare un Point-to-Point in Transparent Bridge

Ubiquiti Networks airMAX – Configurare un  link Point-to-Point  Layer 2 in Transparent Bridge
point

Per configurare un link Point to point basta seguire questa guida rapida:

  1. Queste istruzioni presuppongono che la radio Ubiquiti è impostata con DEFAULT DI FABBRICA .
  2. Si prega di ripristinare le impostazioni di fabbrica prima di procedere. Questo è fondamentale, soprattutto se si sta risolvendo un problema.
  3. Con il vostro  PC o Mac computer configurato per la sottorete 192.168.1.x, collegarlo alla radio utilizzando un cavo Ethernet. La porta Ethernet è auto-sensing. Non è necessario utilizzare un cavo cross-over.
  4. Utilizzando un browser Web, inserire 192.168.1.20 come l’ “URL” per accedere alla console di gestione della radio.
  5. Inserire “ubnt” come account di amministrazione e “ubnt” come password.

Istruzioni di configurazione (cambia solo gli elementi indicati, lasciando gli altri a valori di default):

” ‘Per la radio con l’etichetta “192.168.1.2” di cui sopra:’ ”

A. Scegliere l’| Wireless | scheda, e il cambiamento solo:

  • Wireless Mode: Access Point
  • WDS: [X] Attiva
  • Premere il tasto [Change]

B. Scegliere | rete | scheda, e il cambiamento solo:

  • Indirizzo IP: 192.168.1.2
  • Premere il tasto [Change]
  • Premere il pulsante [Applica]

FATTO

” ‘Per la radio con l’etichetta “192.168.1.3” di cui sopra:’ ”

Ripetere il passaggio da 1 a 4 di cui sopra, quindi …

C. Scegliere l’| Wireless | scheda, e il cambiamento solo:

  • Wireless Mode: Stazione
  • WDS: [X] Attiva
  • Premere il tasto [Change]

D. Scegliere | rete | scheda, e il cambiamento solo:

  • Indirizzo IP: 192.168.1.3
  • Premere il tasto [Change]

E. Premere pulsante [Applica]

FATTO

Per il modem DSL o che sia via cavo nello schema precedente:

F. Riavviare o spegnere e riaccendere il modem e spegnendo prima di utilizzare questo link.

FATTO

Si consiglia inoltre di abilitare l’AirMax per sfruttare al meglio la tecnologia TDMA di Ubiquiti Networks.
—-

NOTE:

Crittografare la connessione wireless. Dalla console di gestione web …

  • Selezionare l’| Wireless | tab> Wireless Security
  • Sicurezza> WPA2-AES
  • WPA chiave già condivisa: inserire qualcosa di lungo
  • Premere il tasto [Change] button.Press il pulsante [Applica]

Puoi acquistare un’ottima coppia di antenne a questo link CLICCA QUI

sul nostro sito E-Commerce WISP.STORE puoi trovare tutto quello che ti serve!